Make your own free website on Tripod.com
Miho Obana

Miho Obana nasce il 26 aprile a Tokyo, sotto il segno del Toro e con gruppo sanguigno AB. Poco o nulla si sa della sua vita privata (ma sto indagangando in merito), quindi passiamo subito alle sue opere. La mangaka esordisce nel 1990 con il manga intitolato Mado no Mukou, che viene pubblicato sull'uscita autunnale della rivista Ribon, rivista che in futuro ospitera' tutti i lavori creati dalla Obana. La critica sembra arriderle, e cosi' l'autrice inizia a serializzare uno dopo l'altro tutta una serie di brevi manga, ovviamente a carattere romantico-sentimentale, in piena tradizione shojo. Il successo vero e proprio arriva pero' nel 1995, quando dalla sua penna esce Kodomo no Omocha. Quest'opera, che continuera' fino al 1998 contando 10 volumi, piu' uno extra intitolato Mizu no Yakata, che puo' comunque essere considerato come un'opera a se' stante, e' la piu' lunga attualmente realizzata dalla mangaka. Dopo il successo, Obana-sensei non si e' certo seduta sugli allori o ha cercato di ricalcare le proprie orme creando una copia spudorata di Kodocha, anzi, ha cominciato a dar vita ad opere la cui originalita' e' senz'altro degna di nota. Affianco agli shojo tradizionali infatti, possiamo trovare Partner, sua ultima opera ancora in corso sulle pagine di Ribon, che fa del mistero, dell'ansia e anche dell'orrore i suoi cavalli di battaglia, dando vita a un riuscitissimo binomio shojo-horror, che riesce a contraddistinguerlo dal resto dei manga per ragazze attualmente pubblicati in Giappone.

In questa pagina potete trovare un breve riassunto di tutte le opere di Miho Obana, in ordine cronologico, salvo Kodomo no Omocha, per il quale vi rimando alla sezione 'Manga'.

Mi scuso anticipatamente per la quasi totale mancanza di immagini in questa sezione, sto cercando di porvi rimedio, ma non riesco a trovarne. Se qualcuno di voi ne avesse, sarebbe davvero gentile da parte sue mandarmele via e-mail.

MADO NO MUKOU
L'altro lato della finestra

Ritsuko e' una giovane commessa di un caffe', che osserva sempre con dolcezza e un po' di invidia una coppia che, ogni giorno, viene a bere il caffe' insieme nel suo locale, sedendosi sempre nello stesso posto, accanto ad una finestra. Questa coppia rispecchia alla perfezione quella di un film sentimentale che la ragazza aveva visto precedentemente, in cui appunto una coppia beve un caffe' insieme in un bar davanti alla finestra. Anche a lei sarebbe piaciuto essere una coppia come quella che poteva osservare tutti i giorni, ma non era ancora riuscita a trovare un ragazzo che facesse per lei. Un ragazzo, in realta', ci sarebbe stato: Mizuno, un suo compagno di classe, che le aveva confidato i propri sentimenti, con l'unico risultato di essere infelicemente respinto. Ma Ritsuko era convinta che lei e Mizuno non potessero essere una bella coppia. Non riusciva ad immaginarsi, infatti, loro due seduti al tavolo a bere insieme il caffe'. Un brutto giorno pero', mentre Ritsuko osserva come sempre la coppia, i due hanno un litigio e non ritornano piu' al caffe' insieme. Solo il ragazzo continua a tornarci, sedendosi al solito tavolo davanti alla finestra, come in attesa della sua fidanzata. Un giorno, mentre il ragazzo e' tristemente seduto al tavolo da solo, Ritsuko scorge la ragazza che cammina davanti al caffe'. Subito si precipita da lui, indidandogliela. Ritsuko riesce in questo modo a far riappacificare la coppia, e i due si rimettono insieme. Dopo questo avvenimento, decide allora di accettare la proposta di Mizuno, con la speranza che un giorno siano l'immagine della coppia che per tanto tempo ha ammirato. Ed alla fine se ne accorge, che c'e' una ragazzina che osserva con dolcezza e ammirazione la coppia formata da lei e Mizuno.

7 NEN ME NO SCENE
La scena del 7o anno

Kaoru e Masanobu sono due ragazzi di 16 anni che frequentano la scuola superiore e si conoscono sin da quando erano bambini. Adesso pero' si parlano a malapena, a causa di una vecchia faccenda che aleggia su di loro. 7 anni fa infatti, quando avevano 9 anni, erano scappati via di casa insieme perche' Kaoru era stata schernita a causa di un suo problema nel parlare. Da allora, i loro genitori, che si erano preoccupati tantissimo, gli avevano ordinato che non si sarebbero dovuti rivedere mai piu'. Da allora tra i due regna un certo, obbligato distacco. Un giorno pero', Kaoru viene a conoscenza del fatto che i genitori di Masanobu hanno divorziato e la donna, a causa dello shock, e' stata ricoverata in un ospedale psichiatrico. La ragazza coglie l'occasione per andare da Masanobu, per aiutarlo un po' come puo'. Ma la notte, mentre Masanobu riaccampagna a casa la ragazza, la madre di lei li scopre per caso, e gli intima di non vedersi mai piu'. Kaoru a quel punto si sfoga con la madre, cercando di farle capire che 7 anni fa Masanobu era stato l'unico a capirla nel momento del bisogno, e per questo lei voleva ripagarlo standogli vicina nei momenti piu' difficili. La madre non cambia esattamente opinione, ma diventa piu' arrendevole, consentendole di vedere il ragazzo. Cosi' i due da questo momento potranno passare i momenti piu' belli e piu' brutti della propria vita fianco a fianco, gioendo insieme o consolandosi a vicenda.

BOKU TO OJOUSAMA
Io e la ragazza ricca

Un giorno, mentre Yutaka sta tornando a casa da scuola insieme ai suoi amici, vede una ragazza che dorme su una panchina. Si scopre cosi' che lei, manami, e' scappata di casa, per evitare di doversi sposare con un uomo che i suoi genitori avevano scelto per lei, ma di cui Manami non vuole sapere niente. Yutaka le propone allora di venire a vivere a casa sua per un po' di tempo, e la ragazza accetta. Al suo arrivo a casa, la nonna di Yutaka, che lo ha cresciuto sin da quando era bambino, accoglie Manami calorosamente, e si spera in questo che le cose possano stare cosi' per molto tempo. Ma quando un giorno degli uomini della casata di Manami arrivano a casa di Yutaka in cerca della ragazza, lei decide di andarsene il giorno seguente, non volendo causare nessun problema al ragazzo e a sua nonna. Tuttavia, Manami ha paura, perche' crede che non potra' vedere mai piu' Yutaka, ma il ragazzo le dice che lui riuscira' senz'altro a rivederla, perche' se ne e' innamorato. Questa frase dona a Manami la forza di cercare di cambiare il suo modo di vievere. Tempo dopo, Yutaka passa nuovamente davanti alla panchina dove aveva visto per la prima volta Manami, e si ferma a pensare dove e come si incontreranno la prossima volta, lui e Manami.

SHIRANAMI NO ILLUSION
L'illusione delle onde bianche

Ryo e' un ragazzo che sta passando l'estate a lavorare in una tavola calda in riva al mare, su una spiaggia. Una mattina vede per caso una giovane ragazza, il cui nome e' Touko, sugli scogli vicini al mare. Ryo la trova subito bellissima, e da quel momento ne rimane attratto. I due si fanno piu' vicini, si conoscono e si parlano, ma nel cuore di Touko sembra esserci spazio soltanto per il suo tutore, passato a miglior vita appena l'anno precedente. Essendo ancora troppo legata a lui, Touko rifiuta di accettare l'idea che il suo tutore sia morto. Questo suo rifiuto della verita' sembrerebbe destinato a durare in eterno, ma un giorno, mentre Touko e Ryo sono insieme in mare, rischiano entrambi di perdere la vita affogando, ma vengono miracolosamente salvati tutti e due. Ma sara' proprio questo evento a far superare il blocco mentale che Touko si era imposta da sola. Prima di perdere conoscenza, la ragazza riesce infatti a sentire la voce del suo amato tutore, che le dice che l'unica cosa che lui vorrebbe e' che lei fosse felice. Dopo quell'avvenimento, Touko riesce quindi ad aprire il suo cuore a Ryo, e i due intraprendono in questo modo, insieme, la strada che conduce alla felicita'.


SONNA ROMANCE
Quel dolce sentimento

Quel giorno di S. Valentino di due mesi fa, il cuore di Chiharu sembro' sbriciolarsi in mille pezzetti quando, dopo aver confidato al suo tutore i suoi sentimenti d'amore nei suoi confronti, lui la rifiuto' seccamente. A quel punto arrivo' un ragazzo, che racconto' a Chiharu che anch'egli aveva appena avuto una delusione d'amore, essendo stato lasciato dalla sua ragazza proprio quella sera. I due vagarono in giro per tutta la notte insieme, pur essendosi appena conosciuti. Da quel fatidico giorno sono passati due mesi e Chiharu sta andando ad incontrare nuovamente quel ragazzo. Il suo nome e' Daisuke, e' un suo compagno di classe e i due stanno ormai insieme in maniera ufficiale. Hanno programmato di incontrarsi nello stesso luogo dove si erano incontrati per la prima volta, quando Chiharu sente delle voci che dicono che Daisuke sia tornato con la sua vecchia ragazza. A quel punto, inaspettatamente Chiharu dice al ragazzo che forse sarebbe meglio se non si vedessero mai piu'. Ma piu' tardi rimpiange cio' che ha detto a Daisuke, ed e' a quel punto che capisce di essere fortemente innamorata di lui. Decisa a rimediare, corre a cercare Daisuke, e i due giungono a una comprensione reciproca e, come se nulla fosse accaduto, ricominciano daccapo la loro storia d'amore.

MUKIGEN NO SHIAWASE
Una felicita' senza emozioni

Keiichi sta ormai da un anno e mezzo con Yuki, una ragazza molto carina, ma nota per la sua goffaggine e per non essere tutta a posto con la testa. Un giorno, una studente piu' giovane di Keiichi, Hitomi, Confida al ragazzo i propri sentimenti, pur sapendo che lui ha gia' una ragazza, e gli chiede se puo' "prenderlo in prestito" per una settimana. Il ragazzo, ovviamente, non accetta la proposta, ma Yuki prova compassione per il dolore di Hitomi, e accetta la sua richiesta insospettando Keiichi che lei voglia lasciarlo. Verso la fine della settimana in cui Keiichi "sta" con Hitomi, lo invita in un cottage per festeggiare il compleanno di lei. Quando Keiichi scopre che Yuki non e' contraria, va su tutte le furie, e cosi' lei decide di dirgli, il giorno seguente, di non andare alla festa. Ma proprio nel momento in cui sta per dirglielo spunta fuori Hitomi che se lo porta via, per dirgli che parte dei programmi e' cambiata. Yuki, sentendo alcuni discorsi delle amiche di Hitomi, scopre che Keiichi e' stato praticamente costretto a saltare le ultime ore di scuola per andare al cottage. Yuki si lancia al suo inseguimento, raggiungendo il luogo della festa, dove Hitomi le dice che lui si era rifiutato di entrare, sostenendo che non poteva farlo e che avrebbe aspettato il prossimo treno alla stazione. Yuki corre verso la stazione, e trova Keiichi seduto sul bordo di un binario. La ragazza lo abbraccia dolcemente, e gli promette che non lascera' piu' che nessuno lo prenda in prestito ancora una volta.

NEMURI HIME NI ZURETA KISS
Il bacio rubato alla principessa dormiente

Tre anni fa, Kei aveva chiesto a Kanoko di mettersi insieme, ma lei aveva rifiutato la sua offerta anche se, sin da allora, era attratta da lui. Adesso Kanoko e' ancora piu' innamorata di lui. Kei sta organizzando un ritrovo con i loro compagni delle medie. Quando da' l'invito a Kanoko, lei vede di sfuggita, senza volerlo, il suo fondochiena, e prova una fitta di dolore al cuore. Non avrebbe voluto vederlo perche' ricorda come fosse ieri di averglielo visto proprio quando lei lo rifiuto' tre anni prima, e questo le fa ricordare quale errore abbia fatto. Un giorno, Kei, dopo aver sentito che a un suo amico piace Kanoko, le chiede se sarebbe uscita con il suo amico, ammesso che lei avesse lasciato il ragazzo con cui stava prima. Profondamente ferita dalle sue parole, scappa via correndo. Tuttavia e' fermamente convinta a confessargli i sentimenti che prova per lui da ormai tre anni al ritrovo di classe, ma Kei non si fa vedere alla festicciola, lasciandola costernata. Allora si reca al bar dove lavora Kei, scoprendo che e' appena uscito per andare, per l'appunto, al ritrovo. I due continuano a non riuscire a trovarsi, e Kanoko inizia a scoraggiarsi sempre di piu' per la sua sfortuna. Alla fine si arrende e, tornata al ritrovo, finisce per sorseggiare una bibita alcolica, con l'unico risultato di perdere i sensi. Kei riesce finalmente a trovare Kanoko, ma quando questa rinviene, non ricorda piu' cio' che gli avrebbe dovuto dire. Ma Kei lo aveva gia' capito, e la bacia dolcemente, e in questo modo i due finiscono per mettersi insieme.

SETSUNAI NE
Malinconia, eh?

Chie ha una cotta per Kyoji, ma a causa di un incidente stradale che ha coinvolto la sua moto su cui era seduta anche Ikuko, la sua fidanzata, i genitori di lei ordinano al ragazzo di non vederla piu'. I due decidono allora di scappare via insieme e vanno a vivere sopra al pachinko di proprieta' del padre di Chie. Yoko, un'amica di Chie, le propone di lasciarle fare una telefonata ai genitori di Ikuko per dirgli dove si trovi la loro figlia. E cosi', dopo un brutto scontro, i genitori della ragazza la riportano a casa contro la sua volonta'. Chie confessa a Kyoji che la colpa dell'accaduto e' solo sua, ma il ragazzo non si arrabbia affatto, considerando che Chie e' ancora una bambina. Col passare dei giorni, Chie si rende conto di quanto Kyoji sia distrutto dal non poter frequentare Ikuko, ed in quel momento capisce che a lei piaceva il Kyoji che amava con tutto il suo cuore la dolce Ikuko. Un giorno, Kyoji riesce finlamente ad entrare in contatto con Ikuko, e i due organizzano un incontro per il giorno seguente. Chie fa a Kyoji un regalo di addio perfettamente incartato, scrivendogli sul bigliettino che probabilmente e' si' ancora una bambina, ma che avrebbe fatto di tutto per diventare, un giorno, una bellissima ragazza. Gli scrive anche che cio' che piu' vuole e' che lui sia felice, e che il suo unico rimorso e' di non aver avuto il suo primo bacio da lui. Non appena Kyoji finisce di leggere il biglietto, torna da Chie, la bacia, e le dice che un giorno non lontano sara' sicuramente una donna bellissima. Chie puo' cosi' lasciare Kyoji senza rimpianti, e gli augura un'eterna felicita'.

MADO GIWA USHIRO KARA 4 BAN ME
La finestra accanto al 4o banco, in fondo

Ayuko ha un'ammirazione per Takao, che siede pochi posti davanti a lei nella classe, anche se egli e' molto freddo e asociale. Molte voci girano sul suo conto poiche' la sua ex fidanzata, Miwa, aveva iniziato ad uscire con suo fratello minore, Tatsuo, subito dopo che i due si erano lasciati. Tatsuo era nato con una mancanza, e non gli rimaneva piu' molto da vivere, eppure Miwa aveva scelto ugualmente di stargli accanto. Ayuko scopre in seguito che Takao e' diventato completamente asociale da quando, da bambino, gli era morto il suo amato cagnolino. Aveva cullato il suo corpicino morto e si era messo a piangere dicendo che, se alla fine sarebbe comunque andata a finire in questo modo, sarebbe stato meglio se non gli si fosse mai affezionato. E Takao era cresciuto pensando al fratello nello stesso modo del cagnolino. Quando alcuni amici di Ayuko incominciano a parlare nuovamente di quei tre, la ragazza, pensando alla realta' dei fatti, esplode di rabbia. Dopodiche' confessa a Takao che gli piace, e gli dice che la vita non consiste nell'isolarsi dal mondo per non dover soffrire delle morti di chi ci e' caro, ma che bisogna vivere sempre con ottimismo. Takao riconosce che ha ragione, e le apre il suo cuore. Dopo questo avvenimento, Ayuko pote' vedere il suo dolce sorriso riflesso nella finestra a fianco del quarto banco dal fondo.

KONO TE WO HANASANAI
Non lascero' andare questa mano

Kou e Yukako sono diventati amici alla scuola elementare, e lui si e' pian piano innamorato di lei, e si e' sentito morire quando ha scoperto che Yukako sarebbe dovuta traslocare, a causa degli esattori di debiti che stavano molestando lei e sua madre. Oggi, trascorsi alcuni anni, Kou reincontra per caso Yukako, e rimane shockato da quanto la ragazza sia cambiata. Quella che una volta era una ragazza bella e forte, ora e' magrissima e debole, costretta a rubare il cibo per riuscire a non spendere i pochissimi soldi che possiede. E' riuscita a superare un momento difficilissimo, quando sua madre e' morta, cercando di uccidere anche sua figlia. Kou riesce a tenere gli esattori di debiti lontano da Yukako vendendo loro molte delle cose che il suo defunto padre le aveva lasciato. Venuta a conoscenza di questo, Yukako scappa via, sentendosi colpevole per non aver potuto far realizzare a Kou il sogno di aprire un giorno un ristorante, dato che ha dovuto spendere molti soldi per proteggere lei. Ora cerca di metter su una somma di denaro sufficiente per risarcirlo, tuttavia Kou riesce a trovarla, e le chiede di tornare indietro, perche' lui non riesce a sopportare una vita senza di lei. Grazie all'aiuto di Haruki, la faccenda del debito viene risolta, e Kou rientra in possesso delle cose del padre. Kou e Yukako riescono entrambi a realizzare i propri sogni: il ragazzo riesce finlamente ad aprire il suo ristorante, e Yukako mette su un'amorevole famiglia, ovviamente insieme a Kou, vivendo per sempre felice con il suo amato compagno.

NEKO NO SHIMA
L'isola dei gatti

Mari e Souta vivono in una piccola citta' vicino al mare, presso cui, poco distante, si estende un'isola chiamta 'Isola dei Gatti'. Secondo un'antica leggenda, quell'isola e' stata maledetta dai gas velenosi che erano stati testati durante la guerra su quell'isola. Andando contro la volonta' dei propri genitori, Souta e Mari un giorno si avventurano verso l'Isola dei Gatti per vedere cosa accade. Giunti sull'isola, i due si imbattono nella piccola Nao, una ragazzina per meta' umana e per meta' gatto. Vengono cosi' a sapere che quando gli uomini-gatto muoiono, si trasformano in normali gatti, e questo spiega il gran numero di gatti morti che dall'isola venivano, portati dalla corrente, sino alla casa di Souta. Nao va a vivere per qualche giorno nella casa di Mari, vestendosi con abiti comuni e una benda che le copre le orecchie. Pero' la mascherata viene scoperta da alcuni ragazzi poco raccomandabili, che iniziano a picchiarla, ma subito Souta e Mari giungono in suo soccorso, decidendo poi di riportare la gattina alla sua isola. Ma quando raggiungono l'isola, un terremoto apre una fenditura nella terra, da cui esce un gas velenoso, che rapidamente si espande nell'aria, iniziando a uccidere tutti i suoi abitanti. I tre corrono subito verso la spiaggia e non appena mettono la barca in acqua, Nao scappa via dicendo che per lei e' impossibile vivere insieme a loro. Malgrado le lacrime e le preghiere di Mari affinche' Nao venisse con loro, Souta non puo' far altro che andare via il piu' velocemnte possibile dall'isola, altrimenti sarebbero morti anche loro. Alcuni giorni dopo, Souta e Mari trovano una barca sulla spiaggia, e dentro di essa una gattina a malapena in vita coperta dei vestiti che Mari aveva dato a Nao. I due portano subito la gatta dal padre di Souta, che, dopo una lunga operazione, riesce a farle riprendere conoscenza. Ovviamente a conoscenza del fatto che la gattina fosse in realta' Nao, Mari decide di tenerla con se', non come un animaletto, ma come una grande amica.

ARU YOUDE NAI OTOKO
Un uomo che sembra averla, invece...

Masami difende, senza capirne esattamente la ragione, la bruttissima Sayori, che viene praticamente costretta ad andare ad un concerto insieme ad un gruppo di ragazze che a lei non piacevano, solo perche' queste hanno bisogno di un'altra persona che vada con loro, mentre sta cercando qualcosa per terra che gli e' caduto. A causa di questa sua azione, Sayori si innamora di Masami, un ragazzo molto popolare tra le coetanee di Saori. Il miglior amico di Masami, Jun, e la sua ragazza Rika litigavano in continuazione. Sono due cocciuti, e si rifiutavano di scusarsi se prima non l'ha fatto l'altro. Masami si era intromesso nel litigio, e aveva detto a Jun che, se la cosa non sarebbe finita entro Sabato, lui si sarebbe messo insieme a Rika. Masami si sentiva attratto da Rika, che gli aveva chiesto di confortala, ma lui non aveva fatto nulla, poiche' lei, teoricamente, era ancora la ragazza di Jun. Quest'ultimo aveva chiamato Rika per mettere le cose a posto, e la ragazza mentre lo raggiungeva, insieme a Masami, gli aveva confessato che forse si stava innamorando di lui. Masami inizio' a rifletterci, ma era sempre convinto che fosse sbagliato, e le chiese di ripertergli cio' che aveva detto. Ma Rika divento' rossa, dicendogli che non era nulla d'importante. Masami si era allora convinto che non si trattava della verita'. Masami avrebbe dovuto incontrarsi con Sayori, e, sebbene dopo cinque ore di ritardo, la trovo' ancora ad attenderlo. Si rese conto che era molto attratto da Rika, ma doveva riuscire a dimenticarla in qualche modo, e cosi' quando Sayori gli aveva chiesto di uscire, lui aveva accettato. Finalmente Masami riesce a trovare cio' che stava cercando, le sue lenti a contatto, e a questo punto, la descrizione di 'Un uomo che sembra avere fortuna con le ragazze, invece...' gli calza a pennello.

MIZU NO YAKATA
La magione dell'acqua

Questa e' la storia del film che viene recitato da Sana Kurata e Naozumi Kamura nel manga 'Kodomo no Omocha'. Naozumi recita il ruolo di Hiroto Suzuhara, che, dopo aver perduto entrambi i suoi genitori in un incidente stradale ed essere stato picchiato a scuola, decide di andare alla ricerca dell'unico membro della famiglia che ancora e' in vita, suo fratello maggiore Masato. Sei anni prima, Masato era scomparso insieme alla sua ragazza Mako (interpretata da Sana) e alla migliore amica di Mako, Miwa. Hiroto scopre, avvalendosi dell'aiuto di un investigatore, che i tre non non si erano piu' spostati dopo essere andati alla magione segreta del nonno di Miwa. Hiroto parte alla ricerca della casa, e dopo tre giorni di ricerca si sdraia su un prato per riposarsi un attimo. Hiroto fa un lungo sogno, in cui vede una ragazza misteriosa abbigliata in un kimono bianco di nome Mako, che lo porta alla casa. Qui, Hiroto scopre che quella ragazza e' la stessa Mako che era scomparsa insieme a Miwa e suo fratello, ma qualcosa non torna. Sebbene sia Masato che Miwa siano vivi, sono dipendenti da una sostanza che chiamano con il nome di 'Erba'. Si scopre cosi' che le Erbe hanno effetti simili a quelli delle droghe, e sconvolgono il cuore e la mente di colui che se ne serve. A causa di questo, Miwa e Masato avevano ucciso (assolutamente senza volerlo) Mako sei anni prima. E quella Mako che aveva guidato Hiroto alla casa era il fantasma creato dalla rabbia e dall'odio della ragazza. Hiroto si sveglia dal suo lungo sonno e, avendo perduto la mappa e la bussola, inizia a vagare sperdutamente. A un certo punto vede una ragazza abbiglita in un kimono bianco che gli indica la strada verso una casa.

POCHI
Pochi

Dopo aver fatto un esame a scuola, Sayaka scopre di essere la ragazza che ha il maggior stress in tutta la scuola. Mentre si sta preparando per una nuova lezione leggendo alcuni suoi appunti per un esame che avrebbe dovuto sostenere, un uomo la urta, facendole cadere il quadernino. Mentre scende alla sua ricerca, vede una signorina chiamare un cane, ma ad uscire dai cespugli non e' un animale, ma un ragazzino. Sayaka si incuriosisce, ma deve sbrigarsi per andare a scuola. A questo punto, Sayaka incontro Tomo, conosciuto anche per essere la persona meno stressata in tutta la scuola. Quando vede che il ragazzo ha il suo quadernino, si rende conto che era lui il ragazzo uscito dai cespugli dove la signorina stava chiamando il cane. Sayaka scopre che i genitori di Tomo avevano avuto una figlia, prima di Tomo, ma che era morta quando aveva solo tre anni. Proprio mentre i due stavano cadendo in depressione, si imbatterono in un cagnolino, a cui diedero il nome Pochi, e decidendo di amarlo e accudirlo come fosse un bambino. Tuttavia, qualche anno piu' tardi, appena prima che Tomo venisse alla luce, Pochi era morto in un incidente. Quando sua madre si riprese dalla shock, incomincio' a guardare a Tomo come se fosse il suo cagnolino Pochi. Il padre, invece, era entrato in coma. Sayaka si fa sempre piu' stressata e, dopo essere giunta al limite a causa delle pressioni dei suoi genitori, giunge a dire a Tomo di voler morire. I genitori comprendono lo stato di stress della figlia, e agiscono di conseguenza, cosicche' un mese dopo, Sayaka sta gia' molto meglio. Il padre di Tomo muore, ma in punto di morte, chiede a sua moglie di prendersi cura del ragazzo. In pochi giorni, la madre di Tomo riacquista il senno, e inizia a chiamare il nome Tomo anziche' Pochi. Tomo e Sayaka si fanno pian piano sempre piu' vicini, e incominciano a passare le giornate sempre piu' in compagnia l'uno dell'altra.

PARTNER
Compagno

Moe e Nae sono due sorelle gemelle, che stanno insieme a due fratelli gemelli di nome Ken e Takeshi, che risultano l'esatto opposto delle ragazze, compensando in questo modo le mancanze degli uni o delle altre. Le due coppiette sembrerebbero perfette, ma Nae non e' troppo felice, e si sente a disagio nei confronti della sorella. Le due hanno un litigio, e iniziano ad ignorarsi. Ma Nae, pentita, va a comprare una collana per Moe, poiche' e' vicino il loro compleanno, ma soprattutto per farsi perdonare. Quando torna a casa non trova Moe, ha un brutto presentimento, e in quel momento suona il telefono. La madre risponde e si scopre che Moe e' morta in un incidente stradale. La famiglia va a identificare il corpo, e appaiono Ken e Takeshi, che dicono a Nae che lei era uscita per comprarle un regalo di compleanno. Nae guarda tra le cose di Moe e scopre che il regalo era la stessa collana che aveva acquistato lei. Poco piu' tardi arriva un nuovo shock: il corpo di Moe e' scomparso. Tempo dopo, Nae, Ken e Takeshi escono insieme a fare shopping, quando Ken si imbatte all'improvviso in una ragazza uguale a Moe. Ken la insegue, e quando la raggiunge e la afferra per un braccio, si scopre che e' proprio Moe. Questa cerca di liberarsi da Ken, quando il braccio di lei si stcca dal corpo. Moe lo raccoglie, mentre arriva un'auto su cui la ragazza sale rapidamente, fuggendo dai tre. Riavutisi dall'ennesimo shock, si gettano all'inseguimento, fino a giungere a una specie di laboratorio di ricerca. I tre provano a entrare, ma sono fermati da alcune guardie armate, e portati al cospetto di un gruppo di ricercatori. Ai tre viene mostrato un filmato in cui si spiega a quale progetto stanno lavorando: ridare la vita ai cadaveri, creando una nuova razza, la LSP, Living Stuffed People. Nae, in preda alla rabbia, scaglia uno sgabello contro lo schermo, e i tre vengono imprigionati. Presto viene a fargli visita Moe, che porta del cibo, Ken non sa capicitarsi del fatto che Moe sia davanti a lui. Tempo dopo, Nae viene chiamata da un ricercatore, Nakatsu-san, con cui spera di ricavare qualcosa grazie ai suoi attributi femminili. Giunti a una porta, Nae chiede di cosa si tratti, e Nakatsu la apre, facendola entrare. Poi chiude la porta, avventandosi su Nae. La scena si sposta su un laboratorio, dove Koushin, il creatore del progetto, e' chino su un corpo collegato a un cervello chiuso in un cilindro ricolmo di liquido, con l'intento di creare un quinto corpo.
Come avrete notato, il punto forte di questo manga e' la trama, che non mi sento di rovinarvi piu' di cosi'. Laddove negli altri manga essa sia scontata (i due ragazzi di turno si mettono insieme) qui e' ben diverso. Ma se proprio non sapete resistere, potete andare al seguente sito ingelese, dove troverete tutti i riassunti dei capitoli finora usciti.

The Partner Project

Back to Home





























@
























@




















@





















@
























@






















@


























@






















@
































@































@


KODOMO no OMOCHA - Miho Obana